Salute - 20/03/2018 - Dario Falcone

Nasce “Io Dono CRI” un' attività mirata a scoprire il dono come atto di cura nei confronti della comunità e come gesto di volontariato puro e semplice: La donazione di sangue. Io Dono CRI nasce con la collaborazione della Fratres presso i trasfusionali del Cervello e di Villa Sofia, dove è possibile donare per la Croce Rossa Italiana Palermo, ogni giorno dalle 8:00 alle 13:00, dopo il colloquio con i nostri medici che vi informeranno su tutti i benefici della donazione, per voi e per gli altri, ma anche chi può donare e chi no. Presso entrambi gli ospedali si ha diritto al posteggio gratuito per la donazione. La donazione viene rilanciata in questo momento in cui il trasfusionale del Cervello ha necessità di colmare una carenza di 8000 donazioni, che pagano giornalmente pazienti in terapia, i reparti di chirurgia e di emergenza.  Il sangue non può esser fabbricato e quei pochi sostituti prodotti in laboratorio sono estremamente costosi e non hanno la stessa efficienza del sangue umano.

Donare il Sangue è una di quelle operazioni che ci costa poco impegno, ci consente di donare una parte di noi per permettere a qualcuno di vivere meglio e ricevere le adeguate terapie. Per questo è necessaria una presa di consapevolezza e coscienza da parte dell’aspirante donatore affinché la donazione sia costante e priva di rischi. Croce Rossa Italiana Palermo si è impegnata a contribuire al raggiungimento dell’autosufficienza dell’Ospedale Cervello. Ma per riuscire nell’impresa abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti. Non basteranno i nostri volontari, ma servirà una ferma e fervida volontà da parte di tutti i potenziali donatori a donare in modo partecipe coinvolgendo le persone a noi vicine. Donare è un gesto che deve nascere da una una volontà di dare una mano a lasciare il mondo meglio di come lo abbiamo trovato. Ogni giorno, in modo diverso.