COVID-19: TAMPONI RAPIDI GRATUITI - 25/05/2021 - Dario Falcone

Sono trascorsi appena 10 giorni dall’inaugurazione del presidio operativo installato all’interno della stazione centrale ferroviaria del capoluogo siciliano, abbiamo parlato con i volontari e raccolto le opinioni degli utenti. Già effettuati oltre 2000 tamponi, i primi dati confermano il successo del progetto.

Giorno 15 maggio ha preso il via un’ulteriore azione della Croce Rossa Italiana, coordinata per Palermo dal Comitato locale, in favore di cittadini e viaggatori, finalizzata alla prevenzione della diffusione del Covid-19. Chiunque infatti, recandosi presso la grande tenda bianca, riconoscibile dall’emblema della Croce Rossa su ogni suo lato, può effettuare tamponi antigenici rapidi, gratuiti e senza alcuna prenotazione o prescrizione medica. La postazione è allestita nello spiazzale antistante i binari ferroviari, ed effettua servizio continuato per gli utenti tutti i giorni dalle 9:00 alle 19:00. All’inaugurazione, avvenuta alla presenza di diverse autorità e della stampa, sono intervenuti tra gli altri, il Sindaco di Palermo, prof. Leoluca Orlando; il Commissario Straordinario Emergenza Covid Palermo, dott. Renato Costa; il presidente regionale della Croce Rossa Sicilia, dott. Luigi Corsaro; il segretario regionale Croce Rossa Sicilia, il dott. Giuseppe Giordano. Per il Comitato di Palermo erano presenti, oltre a svariati volontari e delegati, la presidente del comitato, dott.ssa Laura Campione ed il referente CRI di postazione, Fabio D’Agostino. 

I nostri volontari garantiscono una presenza costante di almeno 4 persone su ognuno dei due turni (uno antimeridiano ed uno pomeridiano) garantendo accoglienza, supporto e sostegno ad italiani e stranieri che transitano per viaggi, o vengono appositamente per poter effettuare un tampone. “Il servizio, aperto i primissimi giorni solo al mattino, è subito andato a regime in orario continuato, già effettuati oltre 2000 tamponi, ed il numero è destinato a salire grazie alla costante fornitura di materiale sanitario. Prevediamo così di arrivare a circa 300 tamponi giornalieri, oggi siamo già oltre i 200” spiega Fabio D’Agostino. Soddisfatti anche i volontari sul campo, “ci sono venuti incontro alcuni giovani, erano increduli quando hanno visto il servizio tamponi offerto gratuitamente e senza prenotazione – racconta la volontaria Diana Gucciardi – abbiamo parlato un po' durante l’attesa degli esiti, ed ho scoperto che erano tutti studenti fuori sede. Hanno spiegato che, per loro, questo servizio della Croce Rossa vuol dire risparmiare parecchi soldi, e tempo prezioso che passano così con le famiglie nei paesi d’origine”. Molti viaggiatori, soprattutto durante le restrizioni della zona rossa o gialla, erano costretti ad effettuare privatamente ed a pagamento i tamponi. Ed ancora Diana ci racconta delle considerazioni ascoltate da molti immigrati che risiedono in zona stazione, felici di poter far rientrare a scuola i loro figli quando obbligati al tampone, e senza dover sostenere costi che per tanti diventano proibitivi. Queste sono solo alcune delle suggestioni raccolte dai volontari in servizio al presidio. Mimmo D’Aleo, responsabile della logistica di postazione, spiega quanto sia meticoloso il lavoro di apertura e chiusura di ogni servizio giornaliero, “abbiamo ricevuto in dotazione tutta la strumentazione tecnologica necessaria per poter garantire sicurezza e correttezza dei dati sensibili. Con tablet, schermi tv, pc ed altre attrezzature accogliamo gli utenti per la registrazione, e li accompagniamo fino all’esito che ricevono per mail. Un lavoro che richiede gioco di squadra e coordinamento, e che fino ad oggi ha funzionato senza incidenti di percorso”.

L’iniziativa, nata da un progetto già avviato nelle stazioni di Roma Termini e Milano Centrale, è stata replicata in ben 8 città. Oltre al capoluogo siciliano è infatti possibile effettuare i tamponi anche nelle stazioni di Bari Centrale, Bologna Centrale, Stazione di Cagliari, Firenze S.M.N., Reggio Di Calabria Centrale, Torino Porta Nuova e Venezia Santa Lucia.

L’attività è realizzata grazie al contributo economico della Commissione Europea (Direzione Generale per la Salute e la Sicurezza Alimentare). Il progetto coordinato da Croce Rossa Italiana ed in collaborazione con Ferrovie dello Stato, che ha concesso gli spazi ed altri supporti, all’interno delle stazioni ferroviarie, prevede di effettuare fino a 3000 tamponi al giorno su tutto il territorio nazionale, come già sperimentato nelle due stazioni pilota che ne effettuano in media oltre 600 giornalieri.

Obiettivo, oltre al viaggiare in sicurezza, è offrire la possibilità a più persone, ed in particolare ai vulnerabili, di effettuare il test gratuitamente. Ad essere impegnati nei presidi sono tutti operatori sanitari e volontari della Croce Rossa, da Nord a Sud, per uno screening sempre più capillare e accessibile che andrà avanti fino a settembre.

Il progetto ha però, nel suo insieme, una dimensione ancor più ampia di quella nazionale. Attraverso un accordo con la Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, sono infatti stati destinati complessivi 35,5 milioni di euro alle attività di screening, oltre che in Italia, anche in Austria, Germania, Grecia, Malta, Portogallo e Spagna, effettuate dalle rispettive Società Nazionali della Croce Rossa.

Ulteriori informazioni sono reperibili all’indirizzo web https://cri.it/tamponi-rapidi-gratuiti/ e su www.cripalermo.it

 

Questa pubblicazione è stata prodotta con il sostegno finanziario dell’Unione europea. I suoi contenuti sono di esclusiva responsabilità della Croce Rossa Italiana e non riflettono necessariamente le opinioni di Unione europea